Biografia - Filippo Valenti

Vai ai contenuti

Biografia

La musica? E' la mia vita!

Filippo Valenti nasce a Campobello di Mazara, piccolo paese della provincia di Trapani, da una famiglia numerosa e di modeste condizioni economiche.
Sesto di dieci figli, con il papà cavapietre che stenta non poco a sbarcare il lunario, Filippo fin da bambino manifesta uno spiccato senso per la musica e per il canto, tanto che partecipa, anche spontaneamente, a banchetti nuziali, feste di piazza e quant'altro gli dia la possibilità di esibirsi, per il solo piacere di cantare.

Gli anni passano e poco più che adolescente Filippo, al quale il paesino natio comincia a stare stretto, decide di partire per il Nord, a Milano, la grande città, con tanti sogni e tante ambizioni.
Nel 1970 a Milano conosce Tommasina che diventerà sua moglie e gli darà due figli: Angelica e Davide.
In quegli anni, ovviamente, esercita i mestieri più disparati fino a quando, lavorando in un Piano-Bar frequentato da big della cultura, dello spettacolo e della politica, conosce Sergio Censi, grande pianista ma anche discografico, il quale, favorevolmente colpito dalla voce melodica di Filippo, gli propone di incidere il primo LP, dedicato ai classici romantici, da Amapola a Chitarra vagabonda.
Il disco riscuote un discreto successo, quel tanto che permetterà a Filippo di muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo.
Dopo qualche anno fondamentale avviene il fondamentale incontro con il cantautore Tony Ferrara che scrive per lui "Emigranti sicilianu" un 45 giri che ottiene un grande successo con più di trentamila copie vendute e il 5° posto nella classifica dei dischi più venduti in Svizzera.
Finalmente dopo tanta gavetta arriva così quel successo e quella popolarità tanto sperati che gli portano tante serate, partecipazioni e apparizioni in TV locali, Network Nazionali e RAI, ma soprattutto, tante tournée in Svizzera, Germania, Austria e Stati Uniti.

Torna ai contenuti